Palazzo Comunale
30/01/2017
Palazzo Comunale


Palazzo Comunale(ex Convento Agostiniano) - La storia
Il convento dei Padri Agostiniani fu trasformato in sede del Municipio nel 1862. L'ampiezza dell'immobile, in passato, consentì al Comune di ricavarvi locali per il forno, la pescheria e il mattatoio comunale.Nella Sala Consiliare si conserva una Natività di Vincenzo Pagani, affresco distaccato dall'ex-chiesa di S. Francesco. Dalle finestre che danno sul cortile interno si possono osservare le colonne e gli archi del porticato quattrocentesco.Lo stemma del Comune di Santa Vittoria riporta nella parte bassa dello scudo un leone d'argento illeopardito in campo azzurro. "Secondo il Blasone il quadrupede rappresentato in questo modo significa vittoria ottenuta con estrema lode" ed anche questo quadra con la nostra storia: c'è la vittoria di Santa Vittoria, c'è la vittoria ottenuta dalle guardie Farfensi contro le soldatesche di Ottone.La lapide dei caduti nella Prima Guerra Mondiale fu posta nel 1920. Sulle scale di accesso al primo piano una lapide del 1628 ricorda le benemerenze di Giovanni Gaspare Melis.L'archivio comunale è ricco di numerose pergamene che vanno dal 1212 al 1807, ordinate, catalogate e divise per argomento, con note dorsali dell'abate Vogel.
Tratto dalla guida Storico-Turistica
Santa Vittoria in Matenano
Corso Giacomo Matteotti, 23